Consultazione di coppia Psicoterapia Mediazione familiare Consulenza tecnica Formazione

La terapia di coppia si presenta come un percorso che la coppia in crisi desidera affrontare per migliorare la propria  relazione coniugale.

La crisi di coppia si caratterizza per un basso livello di soddisfazione ed una elevata problematicità di molteplici aree del funzionamento relazionale di coppia come ad esempio, ad esempio, difficoltà di comunicazione e di gestione del conflitto, disagi nella genitorialità, problemi sessuali, disaccordi sui rapporti con le famiglie d’origine, divergenze circa gestione economica, ecc.).

Tale situazione spesso pone di fronte i partner ad un’elevatissima sofferenza, a causa di vissuti emotivi di profonda angoscia e disperazione rispetto ai due possibili esiti della crisi: la riconferma della diade oppure la sua scissione (Bertoni, Porri, 2000).

Lo scopo della terapia di coppia  consiste principalmente nell’aiutare i partner ad affrontare le proprie difficoltà relazionali, giungendo ad un’evoluzione positiva del loro rapporto oppure alla consapevolezza che, nonostante i tentativi, i problemi appaiono irrisolvibili e fonte di tali sofferenze da preferire una più serena scelta separativa (Ghezzi, 2004).

La terapia di coppia si configura quindi come un percorso clinico che viene intrapreso nel caso in cui entrambi i partner decidano di rimettere in gioco il loro rapporto con l’intenzione di riconfermare la coppia o di verificare se rimanere insieme è ancora possibile. Nel processo terapeutico i partner utilizzeranno le proprie risorse (comunicative, di insight, di risoluzione dei problemi, ecc.) in funzione del tentativo di salvaguardare e ridiscutere la loro relazione (Cigoli, 1998; Giuliani et al., 1994).

La psicoterapia di coppia si può definire come un percorso che permette alla coppia di investire nella ricerca di un nuovo assetto relazionale. Tale nuovo equilibrio è il risultato che la coppia si prefigge di raggiungere; in altre parole, la coppia si serve dell’aiuto di un terapeuta per decidere quali questioni discutere, i problemi da risolvere ed il tipo di lavoro terapeutico da intraprendere. Il terapeuta non stabilisce a priori qual è il miglior equilibrio o modo di stare insieme per quella coppia, in quanto sono i partner a valutare se le dinamiche relazionali tra loro sono o meno fonte di soddisfazione. Il criterio è infatti soggettivo. L’obiettivo non è tanto quello di mirare a mantenere unita la coppia, quanto aiutarla a capire qual è la migliore situazione per quella determinata coppia o famiglia.

Trattandosi di una questione inerente la relazione di coppia è più opportuno affrontare le difficoltà di relazione coinvolgendo in seduta il sottosistema “coppia”. Nel pensiero sistemico infatti si ritiene che entrambi i partner di una diade contribuiscano a co-creare le difficoltà vissute all’interno della coppia attraverso il loro comportamento e le loro dinamiche relazionali, di cui è importante che raggiungano la consapevolezza per poter introdurre il cambiamento.

La terapia può aiutare i partner a mutare il significato e la valutazione attribuiti ai problemi e a giungere ad una loro risoluzione.

In sintesi, la terapia di coppia aiuta le persone nella ricerca costante di letture alternative delle difficoltà, per costruire premesse più funzionali e raggiungere implicitamente un approccio alla soluzione dei problemi che consenta di considerare una gamma più ampia di possibili significati per comprendere ed affrontare gli eventi della vita.

 

Per informazioni sullo Spazio di Mediazione e Terapia Familiare scrivete a
info mediazione-familiare.com

( nota antispam .  l'indirizzo e-mail è info ( chiocciola - at ) mediazione-familiare.com )

Lo Spazio di Mediazione e Terapia Familiare è gestito dalla
Dott.ssa Lidia Porri ( Psicologa tel. 338.3263555 )
 c.so Indipendenza 5A – 20129 Milano

Web Master Essepi